giovedì 28 marzo 2013

Noli tangere circulos meos

Una delle tante domande che mi faccio forse inutilmente.
I copricerchi in plastica come quello della foto si applicano sui cerchi in acciaio delle auto di non elevata categoria. Non hanno alcuna funzione pratica ma solo estetica:  servono a nascondere il fatto che l'auto monta i piu economici cerchi in acciaio invece dei piu costosi e forse più performanti (performanti come???) cerchi il lega di alluminio.
Perchè ci faccio un post sopra? Perchè questi copricerchi in plastica mi intristiscono da quando esistono e da quando ne vedo di persi/rotti ai bordi delle strade. 
Non capisco la necessità di nascondere il fatto che una ruota è in acciaio e non in lega. Non mi sembra un fatto vergognoso: li ho pagati! Non capisco neppure perchè questi oggetti non vengano venduti come accessori  a parte a chi soffre di questo complesso delle ruote in acciaio. 
Anche questa inutile moda forse finirà, però nel frattempo siamo costretti ad acquistare e pagare questi orribili oggetti assieme all'auto.


"Noli tangere circulus meos" (Non guastare i miei cerchi) è una frase attribuita ad Archimede di Siracusa che avrebbe pronunciato poco prima di essere assassinato da un soldato romano.
E noi che tanto pitagorici non siamo più perchè ci ostiniamo ad usare  questi famigerti copricerchi di plastica? 

2 commenti:

  1. più performanti in quanto in un veicolo con un sistema di molla-ammortizzatore e' necessario mantenere limitate le masse non sospese.


    L'Al in virtu' del suo peso specifico molto basso permette una massa notevolmente minore e di conseguenza una migliore tenuta di strada. E' il motivo per il quale la corvette monta cerchi opzionali in titanio o plastica (carbonio).


    Su di una 500 ovviamente fanno un po ridere avendo problemi enormi al retrotreno interconnesso, sarebbe meglio spendere quei soldi per un retrotreno piu' performante. Ma si sa il consumatore...

    Ancora perggio, da ignoranti, l'adozione sui SUV o peggio fuoristrada. L'alluminio e' meno elastico e tende a spaccarsi. Quella che sarebbe su di uno sterrato solo una bella buca si trasforma in un cerchione aperto un 2 come un panino imbottito.
    Un fuoristrada con i cerchi il Al equivale ad un gelato spalmato in testa.


    I primi cerchi in Al costavano cifre folli e per questo sono entrati nell'immaginario collettivo e in piu' essendo fusi e non imbuttiti si posso avere di forme molto sexy.
    La fiuat per esempio sulla ritmo cerco di fare cerchi stampati belli ma non furono molto capiti.
    La citroen CX era stupenda e con una tenuta di strada ancora oggi irraggiungibile anche se non aveva cerchi in Al.
    La liberta' di disegno data sia dalla maggior resistenza a parita' di peso sia alla tecnica costruttiva fanno si che siano invidiabili agli occhi dei peones.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I cerchi della ritmo erano bellissimi!!!

      Elimina