domenica 20 gennaio 2013

Perchè si stirano i vestiti.


La mia atavica scioperaggine unita ad una piccola furia ecologista mi porta di quando in quando a farmi domande poco ortodosse.
Una di queste è perchè si stirano le cose, come abiti, biancheria, lenzuola, asciugamani, etc.
La domanda si fa poi più pressante quando penso al fatto che siamo capaci di pagare piu di cento euro un paio di jeans scoloriti e lacerati... e poi stirarli!
Evidentemente qualcosa non quadra.
Alla domanda del perchè si stiri non mi son dato una risposta soddisfacente (come sempre) se non quella che "si è sempre fatto così" e per motivi che oggi probabilmente non hanno piu ragione di essere. Ipotizzo che lavare i panni con la cenere nei fiumi poteva rendere necessario stirare, ma oggi?
Scopro con piacere che questo mettere in dubbio la necessità di stirare è piu diffusa nella società di quel che pensavo e che le donne si scambiano trucchi e consigli per evitare il più possibile questa pratica.
E poi c'è anche chi ne fa una questione di costi economici ed ambientali. 
Anche a casa mia si stanno sperimentando soluzioni alternative... 

2 commenti:

  1. i vestiti si stirano per pura convenzione sociale e il fatto di abolire la stiratura risulta essere un vero e proprio tabù. Si possono adottare varie strategie (stendere bene, sbattere in modo energico e poi piegare con cura), ma per smettere di stirare totalmente occorre affrontare molti ostacoli; mi sembra che la cosa più semplice sia una graduale sostituzione del guardaroba con capi che non richiedono la stiratura. Occorre ricordarsene quando si fanno acquisti.

    RispondiElimina
  2. Sono Davide Battistini. Due anni fa ho smesso di stirare qualsiasi cosa. Non ha nessun senso. Risparmi energia, i vestiti durano di più.

    RispondiElimina